scarpe_friulane

Le friulane o furlane

Le friulane dimostrano come un capo semplice di tradizione contadina può diventare un pezzo ricercato.
Molti lo associano al fatto che le persone si sono abituate alla tenuta casalinga così da voler provare la stessa comodità fuori.
Altri pensano che il successo nato dagli influencer che hanno voluto lanciare la moda di un modello di scarpa.

I materiali e il disegno delle furlane sono essenziali come la storia della realizzazione.

Storia delle friulane/furlane, scarpe di origine contadina

Le furlane/friulane erano scarpe cucite a mano con materiali di scarto.

Vengono dette anche veneziane perché dopo la Guerra Mondiale si diffusero anche a Venezia.

Ad usarle erano i gondolieri che le trovavano comode perché non scivolavano e non graffiavano il legno delle gondole. La storia dice che per realizzare la suola antiscivolo venivano riciclate le gomme delle biciclette.

Scarpe-Friulane-personalizzate-con-strass-perle-passamanerie-sempre-di-prima-sceltaFriulane artigianali: come riconoscerle

Il recente successo di queste scarpe ne ha fatto aumentare in modo esponenziale la richiesta. Per la loro realizzazione occorre un lasso di tempo ben definito che non riesce a far fronte alla richiesta. La canapa e il cotone sono le fibre di cui si avvalgono gli artigiani per assemblare i pezzi della scarpa.

Le cuciture vengono eseguite a mano.

Quelle industriali possono essere anche sintetiche.

Queste caratteristiche, ovviamente, non possono garantire la stessa traspirabilità di quelle fatte a mano.

Al momento dell’acquisto, il consiglio è di controllare l’etichetta dove sono elencati i materiali. Vai al negozio